Für Beethoven – Our New Album!

Il progetto del disco Für Beethoven, che uscirà per l’etichetta MP Editions il 16 Dicembre 2020, è nato circa un anno fa.

L’idea semplice e originale, in realtà, era quella di produrre un video che omaggiasse Beethoven e Carulli in questo 250esimo dalla loro nascita, registrando le Variazioni op. 169 di Carulli, da lui  trascritte per chitarra e fortepiano (composte da Beethoven per pianoforte e violoncello obbligato, op. 66).

Curiosando per cercare materiale, però, abbiamo “incontrato” Ferdinand Rebay, compositore e pianista austriaco (1880-1953) scoperto negli ultimi anni, che ha, tra le tante cose, trascritto la Sonata op. 90 di Beethoven per pianoforte e chitarra: da qui è nata l’idea della registrazione, avevamo a disposizione una trascrizione storica di un brano contemporaneo e una trascrizione del 1900 di un brano del 1814. E che meraviglia sarebbe stato suonare l’op. 90!

Il progetto si è via via consolidato definitivamente, fino a che una sera il chitarrista Marco Ramelli ci ha raccontato di  uno scambio epistolare tra il compositore Mario Castelnuovo-Tedesco e il chitarrista Mario Sicca. Nella lettera il primo accettava di scrivere un brano per fortepiano e chitarra, ispirato ad un’opera di Beethoven. Purtroppo il loro progetto non ha mai visto la luce a causa della scomparsa quello stesso anno di Castelnuovo Tedesco. Era il 1968.

Ramelli e Touch the Sound Project hanno così deciso, sulla base di questo documento, di commissionare la scrittura di un brano nuovo a Claudio Maccari, che partendo dall’idea di Castelnuovo- Tedesco potesse mettere in evidenza le potenzialità e le peculiarità degli strumenti storici. Nasce così 26 Marzo 2020.

Con questo brano, per noi, è come se si fosse chiuso il cerchio: alla trascrizione storica di un brano contemporaneo e alla trascrizione novecentesca del brano ottocentesco, si è aggiunto un brano contemporaneo con citazioni storiche.

Per completare il tutto abbiamo deciso di includere anche il Grand Duo op. 86 di Ferdinando Carulli, brano a cui siamo legate da molti anni e che finalmente ha trovato il suo posto nel nostro nuovo disco: in questo modo abbiamo ritagliato il suo “omaggio personale” in occasione dei suoi 250 anni dalla nascita: questo brano ha un colore diverso dalle composizioni di Carulli che siamo abituati a sentire e, dulcis in fundo, tumulto, irrequietezza, testa del primo tema (I tempo) sembrano a loro volta omaggiare Beethoven.

“Für Beethoven” è la nostra dedica personale alla grandezza di Ludwig van Beethoven, che non ha lasciato brani scritti per fortepiano e chitarra ma che in questo disco siamo riuscite a sentire anche “nostro”.

Per l’occasione abbiamo utilizzato strumenti viennesi, nello specifico:

Fortepiano Anton Walter (1792), copia Paul McNulty, della collezione di Francesco Zanotto.

Chitarra Anton Stauffer (1832), modello Luigi Legnani.

 

Tagged as .