Home

Perché andare ad un concerto?

Il tempo oggi sembra sfuggire di mano, la mente corre insieme alle gambe e al traffico, senza tregua tutto scorre. Come scorre la musica, qualcosa che si crea e non resta, un’arte che diventa tutt’uno con l’aria per poi sparire… Apparentemente. Perché in realtà questa resta sotto la pelle, nei giorni a venire, nelle emozioni, lascia le cellule in vibrazione e ci regala del buon tempo. Ha un bello spremersi, il mondo tutto, per intrattenerci con il suo grande show quotidiano, a suon di schiamazzi, urla e grida, ma poi c’è sempre la volta che ad inchiodarti per la meraviglia è una semplice melodia.
In fondo è questo che siamo (dice Hubert Selby), «un grido in cerca di una bocca»,
e (diciamo noi) non c’è bocca più seducente della musica.
– E. L.